Aurelio

AUTORE E REGISTA

AURELIO LAINO

“Un film è la vita a cui sono stati tagliate

le parti noiose."


"What is drama but life

with the dull bits cut out"

 

Alfred Hitchcock





Uomo eclettico e professionista instancabile, entusiasta della vita e innamorato delle sue passioni, Aurelio inizia la sua carriera artistica come musicista, diplomandosi in batteria e percussioni e cominciando a suonare in svariati gruppi sin da giovanissimo.

Durante gli anni dell'università è tra i creatori ed animatori del più grande festival indipendente del Trentino, la "Festa di Mesiano", mentre numerosissime sono le collaborazioni che intraprende con musicisti e teatranti.


Insieme alla musica, coltiva la grande passione del teatro, in particolare il teatro musicale, e comincia a dedicarsi alla regia. Nel 1999 fonda l'Associazione Sperimentazioni Artistiche “L'Officina" di cui è stato Presidente e Direttore Artistico.
Organizza e dirige Laboratori per giovani artisti, promossi da varie Istituzioni (Politiche Giovanili del Comune di Trento, Centro Format della P.A.T., ecc.) e porta in scena con giovani talenti i musical "Tommy" degli Who e"The Wall" dei Pink Floyd, che riscuotono un grande successo di pubblico e critica.
Tra i suoi allestimenti teatrali, mette in scena  «The las five years (Gli Ultimi 5 Anni)» rappresentato in prima nazionale a Trento alla presenza dell'autore americano J.R. Brown e successivamente a Roma e a Napoli. 
Nel 2005 e nel 2006 è stato Assistente alla regia di Tato Russo del Teatro Bellini di Napoli per «Il ritratto di Dorian Gray» e «La Tempesta».


Dopo il master presso l'IED a Roma in «Scrittura per il cinema e la televisione» decide di dedicarsi a tempo pieno ai media, in particolare modo cinema e televisione. A Trento costituisce la società di produzione indipendente «Decima Rosa», cimentandosi nella sceneggiatura, produzione, regia di progetti sia suoi che di molti colleghi locali, nazionali ed internazionali. In questo periodo collabora assiduamente con le realtà locali e non smette mai di voler trasmettere il suo amore per la scrittura e regia cinematografica, curando corsi e laboratori per i giovani. Tra gli altri progetti, fonda “Cinemalab” il primo corso di regia cinematografica in Trentino.

Nel 2010 decide di fare il salto verso la Gran Bretagna, dove si trasferisce in maniera definitiva. A Londra completa la sua formazione con il diploma in regia e sceneggiatura presso la «London Film Academy», dove in seguito diventerà uno dei docenti. Sempre a Londra fonda la casa di produzione "Freeside Films". Anche quando più tardi la sua carriera decolla, Aurelio non rinuncia mai a coltivare la sua vocazione maggiore, quella di lavorare con i giovani e cercare di trasmettere le sue conoscenze, ma soprattutto il suo contagioso entusiasmo per la narrazione visiva. Negli anni è stato non solo docente, ma soprattutto consigliere e punto di riferimento per moltissimi giovani artisti, tra cui attori, scrittori e filmmaker.


Aurelio ha scritto svariati progetti di fiction, ma è con il documentario che si fa conoscere ed apprezzare a livello internazionale. Fino agli ultimi giorni della sua vita ha lavorato senza sosta come autore e produttore per una serie televisiva presentata da Netflix. 

Si è spento il 28 novembre 2020, ma la sua energia e forza vitale continueranno a vivere per sempre in coloro che lo hanno conosciuto, e non solo.





...la mia vita in breve - my life in short 







"Innamorato del cinema da sempre.

Appassionato di storie ed indagini.


Per sempre batterista e rocker!"



"In love with cinema since ever.

Fond of stories and investigations.

 

Always rocker and drummer at heart."





Copyright @ All Rights Reserved

photos (c) E.A.Negriolli